PRIMAVERA : un punto di vista dalla medicina cinese.

Siamo entrati nella nuova stagione ormai da qualche settimana, andiamo a vedere come affrontarla secondo i consigli della medicina cinese.
Sapete che l'antica saggezza cinese, concepisce il mondo e l'universo manifesto nel continuo ciclo naturale che vede l'alternarsi dei 5 elementi, detti anche "movimenti", che corrispondo ognuno a un preciso organo. Mi ha sempre affascinato come prospettiva perché prende in considerazione prima l'energia e poi la materia, interpretando la realtà e il funzionamento dell'uomo in un modo ribaltato rispetto al nostro.
Il passaggio dall'inverno alla primavera, rappresenta il cambiamento dal movimento Acqua, che corrisponde al Rene, il massimo dello Yin, che ci ha permesso di conservare le nostre energie durante la stagione più fredda, al  movimento Legno, che riguarda il Fegato. Le cui caratteristiche sono l'espansione, la vitalità, l'emergere dalla Terra, è un'energia Yang, in salita prorompente verso l'alto, che ci porta a sentirci più vitali, tutto nasce, abbiamo voglia di stare fuori, di fare nuove cose, di iniziare nuovi progetti e di goderci l'esplodere della natura, questo è il momento.
Come viviamo questo periodo, se ci sentiamo stanchi, affaticati, se abbiamo allergie di stagione etc... dipende molto da come abbiamo vissuto la stagione precedente, da come abbiamo mangiato e cosa abbiamo fatto. Normalmente se ci sentiamo più stanchi è perché abbiamo usato al massimo le nostre energie in inverno e magari abbiamo anche mangiato più cibi che portano accumulo, stessa cosa per le allergie, quindi è il caso di sfruttare il momento per iniziare a depurare l'organismo. Il Fegato ha compito di governare il libero fluire del Qi, immagazzinare il sangue, assistere la trasformazione del cibo che avviene grazie a milza e  stomaco, per questo curare l'alimentazione in questo periodo è così importante.
Le possibilità di Detox sono molteplici, la più coerente con il mondo moderno, sempre rispettando gli insegnamenti delle conoscenze antiche, è quella di privilegiare le verdure a foglia verde e meglio se astringenti ed amare, il colore del Legno, tra l'altro è proprio il verde. In questo periodo è consigliato astenersi dal mangiare tutti i cibi che producono muco, quindi latticini, farine raffinate e  anche glutine, per sfruttare il movimento del legno e alleggerire l'intero organismo. Meglio scegliere il cereali in chicchi come l'orzo o anche l'avena che hanno un effetto rinfrescante. Normalmente se si inizia proprio ora, la sensazione di stanchezza, il mal di testa e anche le allergie stagionali, compaiono in modo più contenuto se non addirittura non si presentano. Inoltre, essendo un periodo Yang, di tanta energia, è una buona idea limitare i cibi con effetto riscaldante come le carni rosse, i cibi in qualche modo eccitanti con il caffè, il cioccolato, chiamati anche "nervini" tra cui troviamo alcool e tabacco... diciamo che è il momento giusto per smettere di fumare.
È importante avere un Qi che fluisca liberamente, se ciò NON succede, l'emozione che si scatena è facilmente la Rabbia, il primo sintomo della disarmonia del fegato, molto legato in questo senso al sistema nervoso. Un Fegato che non si può esprimere come potrebbe, che si sente compresso e ingolfato porta alla stasi di Qi di fegato, i sintomi a livello fisico e psichico sono: distensione addominale che varia con l’umore, dolori al petto e al seno per l’ostruzione del Qi, nodo alla gola, sbalzi di umore, irritabilità, collera, sindrome premestruale, tristezza, mestruazioni irregolari e dolorose, eventuali sintomi di calore che la stasi sviluppa come sete, viso rosso, scoppi d’ira etc...
In più un fegato che non funziona bene o è in  disequilibrio può anche causare dermatiti, cefalee, unghie deboli e fragili, miopia, daltonismo e bruciori.
Così come il cibo, le piante amare in fitoterapia sono molto importanti, si può trarre beneficio da composti classici di depurazione del Fegato contenenti Boldo, Carciofo, Bardana, Tarassaco, Cardo Mariano a seconda delle necessità.
Nel caso ci si senta particolarmente spossati oltre alla dieta è possibile aiutarsi con dei rimedi adattogeni che aiutano nello specifico a modulare e migliorare la condizione del nostro sistema immunitario. Per esempio l'Eleuteroccco in vari composti può essere molto indicato per astenia e stanchezza in generale, anche la Whitania (Ashwaganda) un potente tonico adattogeno è un rimedio ideale per questo periodo, soprattutto se si hanno anche problemi di insonnia con componenti inerenti all'ansia e al sistema nervoso.
Stare in natura il più possibile per mettersi in sintonia con l'energia esteriore e aumentare l'attività fisica è sempre una scelta intelligente, ora più che mai.
Sempre con riferimento alla saggezza orientale, abbiamo fatto una diretta con Simona Cabiaglia, che ho caricato sul mio canale, suggerendo un detox ayurvedico di 3 giorni da fare a casa, potete leggere qui nel nostro sito, nella sua sezione legata all'ayurveda nel dettaglio come fare: https://manipurastudio.info/articoli/simona-cabiaglia-ayurveda/120-programma-detox-ayurvedico-di-3-giorni-da-fare-a-casa-nel-week-end
per info e consulenze a Milano e on line: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Print   Email